Non solo scarpe, è l’ora del vetro

Giovani imprenditori verso nuovi orizzonti. La creatività nella moda non si esprime solo con le calzature donna nella riviera elpidiense. Gli imprenditori che misurano il lavoro con la passione e si divertono lavorando, inventano. Umberto Tofoni è uno di questi casi, fa moda con i suoi papillon di vetro (Poculum). L’imprenditore ora è a Milano dove partecipa a “Vitrum” quale testimonial della kermesse milanese che ha preso il via martedì e si conclude oggi. E’ nello stand dei Fratelli Pezza (azienda leader nel settore per le sabbiatrici). Il salone internazionale milanese si svolge ogni due anni, è specializzato per macchine, attrezzature e impianti del vetro.

Alla cena di gala, evento collaterale al salone, Tofoni ha consegnato oltre 500 papillon ai partecipanti, presenti alla kermesse. «Sono orgoglioso di rappresentare le Marche a Milano con il mio prodotto» dice Umberto, un figlio d’arte, un giovane che rappresenta l’imprenditore portoelpidiense tipo, con la sua voglia di fare e d’inventare, la sua creatività e quella capacità di sintesi tra tradizione e innovazione. Sempre con un occhio allo stile, all’eleganza, e un piglio pratico. Con l’arte nelle mani e la perseveranza nel cuore. Già solo pensare di realizzare un papillon di vetro sette anni fa è stato un atto di coraggio.

Un’audacia che è stata premiata dalla sorte, a giudicare dall’attività che ne è scaturita. Nel 1957 inaugurava la vetreria artistica il nonno di Umberto, stesso suo nome. Questo nipote ha fatto passi da gigante nel mestiere. Dai vetri per porte e finestre l’attività si è sviluppata, di padre in figlio, e con i suoi 31 anni Umberto continua a guardare avanti. Per le vetrerie, come per i calzaturifici, sono alle spalle gli anni del boom ma l’artigianalità, la capacità di reinventarsi spingono avanti.

«Il 2014 è stato l’anno dell’abbozzo del 1° papillon in vetro e da lì tutto è partito» spiega l’imprenditore. Il vetro è ormai un modello di riferimento per l’economia circolare, che minimizza la produzione dei rifiuti valorizzando la durata dei prodotti. E il 2022 «sarà l’anno internazionale del vetro, ne farò parte, speriamo di girare il mondo».

7-10-2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest