Centro vaccini, si chiude con 15.500 dosi

Chiuso il centro vaccini a Porto Sant’Elpidio, 15.500 vaccini all’attivo. È stato smontato tutto in via Del Palo, smantellata la sede. Non risulta più nella piattaforma regionale, stop alle prenotazioni online. Ma la coordinatrice dell’equipe medica Loretta Carpiceci dice che l’attività dei medici vaccinatori non finisce qui. Continueranno a immunizzare i loro assistiti con prenotazione diretta. «Saranno tutelati tutti i nostri assistiti – spiega la dottoressa – l’equipe territoriale resta saldamente in piedi. Abbiamo oliato perfettamente i nostri ingranaggi per lavorare insieme. Ora ci aspetta la vaccinazione antinfluenzale, la terza dose e tutti i ritardatari». Questa della piattaforma regionale per le prenotazioni delle vaccinazioni online è stata sempre il tallone d’Achille per il centro vaccini di Porto Sant’Elpidio. Nonostante sia questo un presidio che si è rivelato tra i migliori per organizzazione nelle Marche.

Per parecchio tempo Porto Sant’Elpidio non è risultato tra i centri attivi dal sito della Regione e per questa ragione molti portoelpidiensi sono andati a Fermo a vaccinarsi. Nonostante tutto si sono fatti i numeri e, dopo un breve periodo di ferie estive, il centro aveva riaperto i battenti in modalità ridotta, due mezze giornate a settimana anziché tutti i giorni del periodo di massima necessità. Già alla riapertura un mese fa si sapeva che per tutto settembre sarebbero rimaste due mezze giornate a settimana d’attività ma già l’azienda sanitaria regionale aveva fatto sapere di voler chiudere i centri periferici e concentrare tutto a Fermo.

C’è stato un tira e molla tra la Regione e Porto Sant’Elpidio che ha puntato i piedi per mantenere in piedi la struttura e poter fare la seconda dose a tutti ma oggi si è chiuso un capitolo. Quello della risposta all’emergenza sanitaria del Comune da subito in prima linea con i vaccini, dopo il centro tamponi. La rete dell’assistenzialismo ha retto a tutto, alle piattaforme poco funzionali, ai vaccini e ai cerotti che erano venuti a mancare, ai passaggi di sede (dal palazzetto dello sport di via Ungheria alla sala del volontariato di via Del Palo).

Oggi è tempo di bilanci per il centro vaccini di Porto Sant’Elpidio: «possiamo dire che si è conclusa la fase di emergenza – spiega Carpiceci – l’equipe ringrazia per la fattiva collaborazione tutti i volontari che si sono impegnati in questi 11 mesi difficili e complicati. Ci possiamo ritenere molto soddisfatti del lavoro svolto: più di 2.000 tamponi e 15.500 vaccini fatti. Siamo disponibili a ricominciare in caso di necessità». Una squadra s’è creata con l’equipe medica, l’associazione Vicino a Te di Tiziana Antonini per la parte amministrativa, la Croce Verde per gli interventi sanitari, la Protezione Civile per la logistica, le Farmacie comunali e il Comune «che ci ha sempre sostenuto» chiosa la coordinatrice.

Per il sindaco Nazareno Franchellucci «è stata una grande esperienza da un punto di vista umano per il coinvolgimento che, ancora una volta, questa città ha dimostrato nel momento del bisogno. Ricordo quando non arrivavano i vaccini, oggi i magazzini sono pieni. Il nostro è stato uno dei migliori hub a livello regionale. Non smetterò mai di essere grato ai nostri medici di base e alle associazioni di volontariato. L’ho detto in tempi non sospetti e lo ripeto: quando saremo definitivamente fuori da questa pandemia ci sarà un momento ufficiale e formale in cui la città ringrazierà tutte queste persone».

29-9-2021

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest