La D’Ignazi alla guida del Polo Urbani

Da San Benedetto a Porto Sant’Elpidio, la nuova preside del polo scolastico Carlo Urbani è Laura D’Ignazi, dal 1° settembre alla guida degli istituti superiori Einaudi di Porto Sant’Elpidio, Tarantelli di Sant’Elpidio a Mare e Medi di Montegiorgio.

I plessi che compongono il polo dedicato al medico della Sars. Formazione umanistica, laurea in lettere e filosofia, nel mondo della scuola da 30 anni, gli ultimi 15 da dirigente, D’Ignazi da ora è al vertice di un’organizzazione che conta su 270 insegnanti per 1.500 studenti in 73 classi. Il suo vice è il professor Mario Andrenacci. Dopo il periodo di reggenza di Stefania Scatasta, un’altra donna guida l’istituto superiore, dopo aver diretto l’istituto comprensivo Centro a San Benedetto.

C’è un balzo in avanti, dalle medie alle superiori, e un numero di studenti che si riduce di poco. La dirigente fa notare le diverse anime del Polo Urbani: liceo scientifico tradizionale e sportivo, scienze applicate, istituto tecnico economico, professionale alberghiero e socio sanitario. «Sono professionalità diverse che lavorano ini sinergia perché il corpo docente è coeso» spiega. Prima della presentazione alla stampa c’è stato il battesimo di fuoco, collegio dei docenti e consiglio d’istituto in un giorno: «ho toccato con mano la capacità di collaborare degli insegnanti e del personale amministrativo – avverte la preside – l’obiettivo è potenziare le competenze dei ragazzi affinché tutti possano raggiungere il successo scolastico e formativo, anche i più fragili con il necessario supporto».

La scuola s’impegna a collaborare con gli enti di ricerca e si riparte in presenza al 100%. «L’organico non è completo ma la gran parte dei docenti è stabile». A proposito di green pass «è tutto regolare, non abbiamo situazioni critiche, gli insegnanti sono tutti in regola e abbiamo collaboratori delegati per i controlli in tutte le sedi, ci siamo attrezzati con dispositivi adeguati».

Visitate anche le sedi di Montegiorgio e Sant’Elpidio a Mare per valutare criticità come le cucine del Tarantelli, da sistemare. Occhio ai fondi europei in questo caso, sarebbe competenza della Provincia ma la scuola farà la sua parte, dice Andrenacci.

La preside assicura un sopralluogo ogni dieci giorni nelle altre due sedi ma di base è a Porto Sant’Elpidio. Infine un appunto per le scuole serali, sono attive due classi a indirizzo sociosanitario e una dell’alberghiero dove, superato il boom degli anni scorsi, si registra un calo nelle iscrizioni.

7-9-2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest