Elpicomics, in centro è ancora estate

Il primo fine settimana di settembre è disegnato bene con Elpicomics a Porto Sant’Elpidio. Il festival del fumetto del 4 e 5 settembre è una creatura dell’ex-assessore alla Cultura Luca Piermartiri, che è riuscito ad imbastire un programma ricchissimo per la terza edizione organizzata in collaborazione con la Proloco e Lagrù. Ieri e oggi in piazza Garibaldi e nelle vie del centro tornano i supereroi.

Tutto è costato 16.395 euro. Spettacoli horror “The Room” ieri sera e questa sera a cura di TJ Producion. Burattini, musica, teatro, commedia, a lezione con Cesare Catà, concerti e altre iniziative culturali. C’è l’imbarazzo della scelta.

A livello di costi sono 11.528 euro più altri 2.867 euro per la sicurezza, Siae, audio, luci, Scia, altri 1.850 euro per le associazioni, 650 euro per i vigili del fuoco volontari, 4 addetti alla vigilanza antincendio, 500 euro per la promozione. Ieri mattina Piermartiri era in piazza per controllare per fare in modo che fili tutto liscio.

Lo si deve all’ex assessore il fumetto a Porto Sant’Elpidio. Due anni fa ci fu la prima edizione e da allora l’evento è cresciuto. L’anno scorso le iniziative si sono svolte in modalità online, causa covid-19, ma quest’anno si recupera in presenza, e in sicurezza sempre. La manifestazione si è sviluppata con un ricco calendario che attira il variegato mondo della fumettistica.

C’è la mostra mercato del fumetto dell’usato e da collezione, c’è il workshop delle fumettiste Marta Manfredi e Valeria Rossi, un vero e proprio laboratorio, ci sono gli spettacoli teatrali e la scacchiera gigante, i tornei di videogiochi e carte, le animazioni a tema sul fumetto in tutte le sue declinazioni, lo spazio dedicato ai cosplay per travestirsi da personaggi di videogiochi, fumetti, cartoni animati, film o letteratura fantasy. Ieri sera c’è stato anche il dibattito sui rischi della rete per i minori, con la cooperativa Pars Pio Carosi.

Nel complesso Piermartiri dice «il lavoro per Elpicomics non l’ho mai stoppato perché credo sia un’opportunità per la città, a livello culturale, turistico e commerciale. L’obiettivo è stato farlo crescere negli anni, cercando sempre di migliorare in tutti gli aspetti. Dalla logistica ai contenuti. Abbiamo lavorato con costanza, per la promozione attraverso i social network, e per l’organizzazione. Ho cercato di reperire le risorse necessarie, perché ci sono spese basilari da affrontare». Per Elpicomics sono venute a Porto Sant’Elpidio famiglie dal Piemonte, dalla Lombardia, dall’Abruzzo, dall’Umbria. Nella due giorni è tutto uno spettacolo no stop pomeriggio e sera.

Ieri ci sono stati gli artisti: Gaia Dellisanti, Lorenzo Scipioni, Elena Cerisciola, Ambra Brambilla, Lorenzo De Roia che hanno spaziato, nei dibattiti, dal mondo del cinema ai cartoon. Oggi alle 16 Stefania D’Angeli parla di amicizia, musica e speranza. Subito dopo Lorenzo De Roia di cartoon e poi ci sono Massimo Pizzingrilli e Gaia Dellisanti per spaziare da Dante a Pinocchio.

Infine Ermanno Pacini mette in scena il Contafavole. Dopo cena spettacolo horror e Luca Vagnoni a interpretare l’essere umano che si nasconde dietro al supereroe. Piermartiri ringrazia anche il parroco del Centro, don Tony, perché il laboratorio del fumetto si svolge nella sala parrocchiale messa a disposizione: «spero che Elpicomics possa proseguire, anche senza di me – dice l’ex assessore – quest’anno avevo predisposto tutto e ho scelto di portare avanti il festival per la città».

4-9-2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest