Teoria generale delle stronzate

Scrivere una teoria generale delle stronzate potrebbe sembrare una stronzata, ma non lo è.

Esordisce così lo scrittore, Giancristiano Desiderio, autore di testi sul rapporto tra verità e potere, politica e libertà. Premio Acqui Storia con Vita intellettuale e affettiva di Benedetto Croce nel 2014. Giornalista per il Corriere della Sera e il Giornale.

Il problema che si pone in questo volume di neanche cento pagine è relativo al potere illimitato degli stupidi, dal momento in cui i non stupidi non riescono più a distinguere il vero dal falso. Perché quando sono le stronzate a dominare la realtà, la realtà viene meno.

Può riuscire una stronzata a mettere in crisi un’intera democrazia?

Forse una sola no – scrive Desiderio – le stronzate del resto sono sempre esistite, ma mai come nel nostro tempo sono state tante, e grosse: la società dell’informazione e dei social ne produce in quantità industriale, confezionandole di volta in volta come notizia, scienza, politica.

Nemmeno le cinque leggi fondamentali della stupidità umana codificate dallo storico Carlo Maria Cipolla bastano più a tenere sotto controllo il potenziale distruttivo degli stupidi, quando entrano in gioco le stronzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest