Farmacia comunale 1, sede all’avanguardia

Dopo un anno con gli utili in calo, nel 2020, tornano agli introiti di sempre le farmacie comunali, sfiorando i cinque milioni di euro di fatturato. E ieri in pompa magna si è inaugurata la nuova sede ristrutturata tra via Belgio e via Umberto I: la farmacia n.1. Taglio del nastro alle 18 alla presenza dell’amministrazione comunale, dei medici di base e dei rappresentanti delle 7 farmacie di Porto Sant’Elpidio: le 3 pubbliche e le 4 private. Con la n.1 tutte le strutture della partecipata del Comune sono state riqualificate. Questa ultima è la sede principale, la sede della società. Era stata acquistata a un prezzo vantaggioso nel 2019, 368 mila euro e «saremo in grado di pagare l’intero investimento per l’acquisto dei locali in soli 15 anni, con il risparmio dell’affitto» dice il presidente della partecipata Marco Traini. Con lui ci sono i componenti del consiglio di amministrazione Giovanni Balestrieri e Maria Giuseppina Rieti. Il locale tra la statale e via Belgio è di 422 mq. Di questi, ne sono stati ristrutturati 374 mq mentre sui restanti 48 mq ci si metteranno le mani entro l’anno. Ci sono due ingressi realizzati per facilitare l’accesso ad anziani e diversamente abili, è stato installato anche un ascensore in via Belgio per sopperire al dislivello tra la strada e l’edificio. Dopo l’inaugurazione di ieri, sarà portato a termine un progetto da tempo in cantiere: la farmacia di servizi. Ci sarà un infermiere e si eseguiranno test, si potrà misurare la pressione e si potranno fare le medicazioni, le punture e altre attività. Si potranno prenotare prestazioni specialistiche perché la farmacia sarà il canale d’accesso al Cup per agevolare l’assistenza specialistica ambulatoriale nelle strutture pubbliche e private accreditate. Coronavirus permettendo, dovrebbe partire anche la campagna per gli screening gratuiti. Alla n.1 si aggiungono la farmacia n.2 in via Marina, ristrutturata nel 2015, e la n.3 al centro commerciale di via Fratte. Il presidente Traini fa sapere, in proposito, che la chiusura prolungata dei negozi al centro commerciale di via Fratte nei fine settimana, ha fatto ridurre gli incassi anche in questa sede, la più attiva. La farmacia, nonostante sia rimasta sempre aperta, ha risentito delle chiusure degli esercizi commerciali. «Nel 2019, prima del Covid, abbiamo sfiorato i 5 milioni di fatturato, nel 2020 c’è stata una flessione ma quest’anno torniamo chiuderemo con un utile in linea con gli anni precedenti» afferma Traini. Nelle tre farmacie sono impiegati 15 dipendenti. 13-6-2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pin It on Pinterest