Dare riconoscimenti anche al settore privato

Cavalieri dell’emergenza covid usati e dimenticati, si sono adottati due pesi e due misure tra settore pubblico e privato in materia di riconoscimenti. Lo dice il coordinatore dello staff operativo a Campofilone, Wladimiro Bonifazi. Il tema è la premiazione agli eroi del coronavirus che ci sarà il 2 giugno ufficialmente, intanto si conoscono i nomi degli eletti e mancano all’appello uomini e donne che si sono impegnati e continuano a impegnarsi nelle strutture private.  Nessun riconoscimento a loro che, pure, sono stati e sono ancora in prima linea, a combattere la pandemia. Il caso riguarda la struttura di residenza della Valdaso a Campofilone, ad esempio. L’ospedale dedicato al covid, dove opera il Gruppo Kos dall’aprile dell’anno scorso. Equipe diretta da Gioia Renzi e coordinata da Bonifazi nella fase della prima ondata, quando ci sono stati oltre cento pazienti. La dottoressa Renzi è ancora in campo: «me la ricordo mentre faceva ricoveri fino alle tre di notte per accogliere tutti» dice Bonifazi, ma lei non è tra i Cavalieri al Merito della Repubblica. Figurano, invece, 25 tra medici e infermieri dell’Area Vasta di Macerata, quelli che sono stati impegnati al Covid Hospital di Civitanova. Nel fermano sarebbero da premiare altri operatori socio sanitari, infermieri, medici: «persone che sono state ignorate, perché il riconoscimento è andato solo al settore pubblico – afferma Bonifazi – eppure questa gente col covid si è sporcata le mani, e di che tinta. Qualcuno si è preso la polmonite e ha infettato la famiglia e neanche un riconoscimento è andato a chi ha dato anima e corpo per soddisfare le richieste del Fermano e della Regione. Si sono ricordati di questi professionisti quando c’è stato da dare, in termini di cura e assistenza, si sono dimenticati quando c’è stato da prendere il riconoscimento». Bonifazi è interessato a valorizzare l’attività degli altri più che la sua nella squadra di Campofilone, ma anche il suo contributo va tenuto da conto, non solo per l’impegno nel fermano ma anche per quello nel maceratese, a Villa dei Pini di Civitanova. Le onorificenze ai fermani sono queste: Ufficiale della Repubblica Neri Marcorè di Porto Sant’Elpidio, Cavalieri delle Repubblica: Argentina Cifani e Luisanna Cola di Fermo, Mirella Buccioni di Falerone, Francesco Di Rosa e Giuseppe Tappatà di Montegranaro, Patrizia Giuliani di Porto San Giorgio, Giuseppino Iena di Servigliano, Loredana Martellini di Sant’Elpidio a Mare, Maria Luisa Minnucci di Monte San Pietrangeli, Sandra Rafaiani di Amandola. 25-5-2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pin It on Pinterest