Montappone, dopo il sei da 156 milioni al superenalotto il vincitore al tabaccaio: “mi ricorderò di te”

Grande festa ieri a Montappone per la vincita milionaria al superenalotto. Sarebbe uno del posto, il condizionale è d’obbligo. Il tabaccaio di prima mattina ha ricevuto una telefonata, una voce maschile gli ha detto «mi ricorderò di te».

Siamo alla stratosferica cifra di 156.294.151,36. Da far girare la testa e togliere il sonno la sestina milionaria. Un sei centrato con una schedina da 2 euro giocata alla Sisal da Serio Tulliani, tabacchi e alimentari in via Roma. Uno shock per il sindaco Mauro Ferranti, si augura che il vincitore «sia un montapponese che sappia gestire una cifra shoccante. Mi piace pensare che questo sia ricordato come un paese fortunato. Dico a tutti: venite a Montappone a prendere il cappello perché porta fortuna».

La dea bendata mette il cappello nel piccolo centro di provincia e subito parte la caccia al milionario nascosto tra 1.600 abitanti. Gianmario Mennecozzi, gestore della tabaccheria, non ha chiuso la notte e ieri è stato sotto l’assedio dei giornalisti. «Fortunato è il paese, se il vincitore è del posto – sorride – fortunati i parenti perché, con una somma del genere, si fa del bene a tanti. Per una ricevitoria le vincite sono tutto ma a noi non spetta nulla, tutto starà alla bontà della persona».

Mennecozzi non si sbottona sulla telefonata, fa sapere che «con il superenalotto non è facile sapere chi ha vinto. Sarebbe più facile con il lotto perché c’è l’ora della giocata. In questo caso, invece, tanti compilano le schedine. Ma non passa gente di Roma qua e, se non è di Montappone, sarà di Piane, comunque della zona». Tutti si augurano che sia un paesano nel comune rinomato per la produzione di cappelli.

Le figlie del gestore e nipoti del titolare, Federica e Chiara, sono felici per il padre «perché mette impegno, costanza e dedizione nell’attività, investe tempo ed energie. Ci auguriamo che la vincita sia un’occasione per questo centro, per favorire il turismo e quanto gli ruota intorno». Arriviamo al capo, al fondatore. Tre generazioni si sono date il cambio in negozio e Serio Tulliani non ricorda quanti anni sono passati di preciso: «saranno 55 anni – afferma – prima l’attività era in campagna, chi se l’aspettava una roba del genere».

Paola Tulliani, la figlia e moglie del gestore, è insegnante. Si emoziona guardando il marito: «sono orgogliosa di lui, la sua vita è in negozio. Se avessi vinto io, parte della somma l’avrei usata per i vaccini».

La sestina era: 1-7-37-43-63-81-jolly 34-super star 26. Allo Stato tornano 31.240.000 euro del Jackpot. Il neomilionario: «probabilmente è del paese – evidenzia Fabrizio Rocchetti – ma questa zona è di passaggio, arrivano corrieri, rappresentanti, siamo nel del distretto del cappello e una giocata di due euro possono farla tutti».

Ezia Cesetti, amica di famiglia alla tabaccheria: «sono tutti bravi – esordisce – e il genero ha una fabbrica di cappelli con tanti dipendenti, è bene che sia capitata qui la vincita perché nessuno prima sapeva dove stava Montappone, adesso si sa».

Per Teresa Antinori «bisognerà vedere come sarà gestita la somma, non sarà facile».

Il vicesindaco Mario Clementi, detto Amerino, direttore del museo del cappello, rivendica: «Montappone è un paese fortunato, oltre a essere centro internazionale del cappello, siamo famosi per la quarta vincita più importante d’Italia. Non vorrei stare nei panni del vincitore però. Non gli si può certo augurare più fortuna di questa. Auspico che non perda la testa e faccia buon uso dei soldi».

Ferruccio Vecchi, imprenditore del cappello, dice «sicuramente la vincita è una cosa positiva, importante è che chiunque sia, sia pronto mentalmente perché è qualcosa che può destabilizzare. Soprattutto è importante che questa persona si ricordi che sono tantissimi soldi e può tranquillamente dividerli per alleviare le sofferenze di qualcuno. Montappone riparte, bisogna avere pazienza, le persone si devono muovere altrimenti l’economia non riparte».

23-5-2021

         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pin It on Pinterest