Estate sicura e spiaggia pulita, Franchellucci arruola i bagnini

Al via la stagione balneare, il Comune investe 72mila euro per il salvataggio in spiaggia. Porto Sant’Elpidio ha tante aree libere da salvare. Restano i divieti di balneazione vicino alle foci dei fiumi Tenna a sud e Chienti a nord. Divieti che hanno inciso nella perdita della Bandiera Blu che la Fee aveva assicurato ininterrottamente dal 2008 al 2018. Parte anche il rastrellamento per ripulire l’arenile da detriti e sporcizia. Per gli stabilimenti balneari buone nuove. In base alle ultime linee guida regionali si avvicinano ombrelloni e sdraio e ciò significa più clienti per ogni stabilimento. Ma veniamo al bando per il salvataggio. Va garantito il servizio nel 1° fine settimana di giugno e poi tra il 12 giugno e il 5 settembre dalle 10 alle 18. Non tutte le spiagge libere saranno salvate a carico del Comune ma solo le più frequentate e sono 5 per 7 postazioni fisse. Spesa massima 88mila euro iva inclusa. La stima comprende lavoro e attrezzature: torrette, pattini, vestiario, galleggianti. Il servizio, rinnovabile nel 2022, si svolgerà per 72 giorni: 8 a giugno nei 4 fine settimana, 31 a luglio e 31 ad agosto, ossia tutti i giorni dei due principali mesi estivi, più il 1° fine settimana di settembre, altri 2 giorni. L’importo a base di gara è 72mila euro iva esclusa ed è soggetto a ribasso d’asta. Sono ammesse a partecipare al bando le imprese con esperienza e che hanno impiegato in passato almeno 20 bagnini l’anno. Restano senza salvataggio i tratti vicino alle foci dei fiumi perché lì c’è il divieto permanente di balneazione per motivi di tutela igienico-sanitaria. L’Arpam continuerà a vigilare in questi tratti anche in estate, fino a 500 metri a sud della foce del Chienti e fino a 200 metri a nord della foce del Tenna. A ripulire la spiaggia ci pensa l’Eco Elpidiense e quest’anno ha trovato una soluzione innovativa, un macchinario dotato di setacci con diverse maglie e movibile da posizionare in un punto del litorale. Servirà a setacciare rapidamente i materiali da portare in discarica. Il costo del servizio rifiuti sarà maggiorato con questo nuovo macchinario che sarà in funzione per tutta la stagione. Si preparano gli stabilimenti balneari che devono attenersi alle nuove linee guida anticovid della Regione. Le ultime novità riducono gli spazi tra ombrelloni e allargano i margini di utile per gli esercizi fronte mare. Di martedì la delibera della giunta regionale. Le direttive potrebbero cambiare sulla base di nuove disposizioni governative e in linea con l’evolversi della campagna vaccinale. Per il momento restano gli screening al personale e ai bagnanti per l’accesso alle spiagge private, oltre alla disinfezione e alla pulizia degli ambienti. I correttivi, in base alle indicazioni dell’ultima conferenza Stato-Regioni, avvicinano gli ombrelloni dicevamo, dai 10 metri e mezzo dell’anno scorso a 10 metri, idem le attrezzature (sedie, sdraio, lettini) che dal metro e mezzo dell’anno scorso passano al metro di distanziamento quest’anno. 7-5-2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest