Rotatoria a Cretarola, il consiglio mette fine alle attese

Approvata in consiglio la realizzazione della rotatoria permanente a Cretarola, tra via Garda e il Raccordo Bonafede. Un’infrastruttura utile non solo per quel quartiere ma per tutta Porto Sant’Elpidio. Da anni si aspettava questo passaggio perché quel tratto di strada, oltre a collegare la costa all’entroterra, è l’accesso alla zona industriale sud. Anche se con il coronavirus, purtroppo, il traffico è venuto meno. Meno lavoro, meno circolazione, meno tutto. Il consiglio mette la parola fine su un iter avviato nel primo mandato Franchellucci, quando assessore alla Viabilità era Carlo Vallesi che, oltre ai panettoni per scongiurare i bivacchi dei nomadi ai lati della strada, ha dato il via a questa rotatoria che i residenti chiedevano. L’approvazione della variante urbanistica è al terzo atto. Il vicesindaco Daniele Stacchietti con delega all’urbanistica lo ricorda, al momento c’è una rotonda provvisoria: «questa sperimentazione, abbiamo già rilevato, che è funzionale» spiega Stacchietti ma per essere al massimo della potenzialità va illuminata, vanno rifatte le strisce pedonali e l’opera in muratura. L’iter burocratico ha visto il passaggio della variante in Provincia per l’approvazione, è stato richiesto il parere della Regione. L’ex assessore Vallesi, oggi consigliere sempre in quota Pd, ricorda «l’abbiamo voluta fortemente, il quartiere la reclamava a gran voce e in questo tempo i benefici si sono visti, ha snellito il traffico». Mariano Langiotti, altro consigliere del Pd dice che è qualcosa che si aspettava da tempo e aggiunge «per la viabilità di Porto Sant’Elpidio negli ultimi dieci anni si è fatto molto, tra rotatorie e bretelle, il completamento di via della Pace». Questa isola spartitraffico circolare «andrà quasi definitivamente a completare le migliorie sulla viabilità apportate negli ultimi anni». Langiotti si spinge a dire che, nel circondario, questa città «è una delle meglio servite». Basta pensare al casello autostradale. E adesso si comincia a mettere seriamente mano agli asfalti per risolvere il problema delle strade groviera. Le strade percorribili e gli incroci fruibili sono senz’altro le due cose che più interessano i cittadini, in termini di vivibilità. «Abbiamo aspettato forse troppo tempo per questo snodo, ma importante era arrivarci. Per i quartieri Corva e Cretarola e per il Centro sicuramente è un’opera importante» conclude Langiotti. Un’idea che condivide il consigliere dell’opposizione Andrea Balestrieri, di Fratelli d’Italia, che torna sull’utilità sottolineando «condivido tutta l’istruttoria dell’architetto Giulia Catani». Era nel programma amministrativo del sindaco Nazareno Franchellucci la rotatoria definitiva a Cretarola, con la messa in sicurezza e il miglioramento della viabilità tra via Garda e via Mattei, l’impianto di illuminazione sul Raccordo Bonafede, le procedure di metanizzazione nella zona ovest del quartiere e alla realizzazione di un campo di calcio a 7 in erba sintetica. 30-4-2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest