Capita Laura, può capitare anche a te

Una lezione che Boldrini non imparerà perché è troppo concentrata su di sé.
Quando la concentrazione è tutta sulla propria persona non si vede l’intorno.
Di conseguenza non si comprende la realtà delle cose nel suo insieme.
Il risultato è sempre uno sguardo di superficie, un’analisi che non va a fondo della questione.
E quando ci si pronuncia, in certi contesti, si dicono banalità, stupidaggini che – per loro natura – sfociano spesso in cattiverie.
Così la persona, che ama restare sempre e solo nella superficie, attira su di sé pareri critici che scambia per “campagne d’odio”.
La verità è un altra ed è banale nella sua semplicità.
La verità è che può capitare a tutti quelli che hanno tutto da perdere di finire nella gogna.
Capita che la colf dica di essere stata maltrattata,
capita che la cameriera del Sofitel hotel dica dire di essere stata violentata.
Vero, falso?
Se non si può andare a fondo della questione, meglio non twittare.
Questo dovrebbe aver capito oggi Boldrini, che si trova più o meno nella posizione dell’ex ministro francese arrestato 10 anni fa con l’accusa di tentata violenza sessuale ai danni di una cameriera.
Dovette rassegnare le dimissioni dalla carica di direttore del Fondo monetario internazionale quest’uomo.
Le accuse, poi, si sono rivelate insussistenti.
Ebbene Boldrini, pronta sempre a sparare ad alzo zero e finita nella gogna, non credo che abbia ancora capito la lezione. Questo dispiace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest