La nuova viabilità tra timori e dubbi

Mentre procedono i lavori per la ciclovia adriatica a sud di Porto Sant’Elpidio, si lavora alla ciclabile che ricollega via Faleria al ponte sul fiume Tenna, cominciano a lamentarsi i commercianti della Faleriense che non sanno come cambierà la viabilità. È un work in progress, tutto è in via di definizione e tutto può essere migliorato. L’ultimo sopralluogo di più di un’ora dei tecnici comunali con il sindaco Nazareno Franchellucci e il comandante della polizia municipale Luigi Gattafoni c’è stato ieri mattina. I commercianti si preoccupano per i parcheggi che, temono, potrebbero diminuire ma si viene a sapere che resteranno gli stessi o potrebbero addirittura aumentare. La direzione di marcia in alcuni tratti sarà cambiata e questa piccola modifica tiene un po’ sulle spine i residenti. In Comune stanno lavorando per accontentare tutti: l’edicolante, il parrucchiere, gli esercenti che vivono e che hanno l’attività nella zona. Il sindaco Nazareno Franchellucci rassicura: «stiamo realizzando qualcosa di straordinario, stiamo completando la ciclovia adriatica e la Faleriense acquisterà valore. Sarà un’attrazione tutto l’anno, non solo in estate e in primavera. Il percorso attirerà un maggior numero di cicloturisti. Mi rendo perfettamente conto che, con i cambi di viabilità, all’inizio si possono creare disagi – continua il sindaco – ma i problemi sono superabili guardando in prospettiva, dobbiamo considerare il balzo in avanti che facciamo sul piano urbanistico, a livello di qualità della vita, ne guadagnano l’ambiente, la salute, la sicurezza». Le preoccupazioni maggiori sono per i residenti di via Ravenna e Faleria, dove insistono i lavori di completamento della pista. In via Ravenna si sta realizzando la ciclabile, il cordolo, il tappetino, il marciapiede, che è da rifare integralmente in tutta la zona che collega il percorso dal ponte sul Tenna all’incrocio con via Faleria, da lì a scendere verso il mare davanti al villaggio Le Mimose. Anche lì si rifà il tratto e si toglie una fascia di parcheggi, si sistema il marciapiede e si crea cordolo e pista. In questo percorso non cambia il senso di marcia ma si vengono a perdere i parcheggi sul lato sud. Gli stessi che si recuperano alla piazzetta del Ferro di Cavallo e nel tratto est-ovest dell’anello del Palio del Mare, lungo l’asse nord. Dal curvone di via Faleria parte il senso unico di marcia, la circolazione resterà direzione sud-nord come adesso. Il percorso ciclopedonale si ricongiungerà con il tratto iniziale di via Modena. Resterà il doppio senso sull’anello. Via Ferrara sarà tutta invertita, direzione di marcia sud nord. Si farà in modo che, arrivando da via Parma, si potrà proseguire in via Ferrara per uscire su via Faleria. Per i residenti sarà più agevole tutta da sud a nord e questo è l’unico cambio. Per la direzione inversa il percorso classico era via Venezia, via Modena, lungomare. Con questo cambio, da via Modena a via Faleria si potrà procedere solo verso nord quindi per il sud il percorso sarà via Catania, via Parma per ricongiungersi all’anello.

22-1-2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest