Mercato coperto allo start, prime verifiche per la staticità

Mercato coperto, si comincia con le verifiche alla staticità. Studi geologici e studio di fattibilità e definitiva per 45mila euro. Anzitutto bisogna verificare la sicurezza sismica dell’edificio, poi si potranno eseguire i lavori e riempire gli spazi. Avendo ottenuto un finanziamento per l’80% del costo del servizio il Comune procede visto che tutto era previsto dall’anno scorso, nel bilancio triennale di previsione. Alla società di Gilberto marini & C Sas con sede a Fermo è stato affidato lo studio di fattibilità per adeguare sismicamente la struttura e per la pavimentazione del fosso tombato prospiciente, fino al collegamento con la vicina via Mameli, mentre la parte verso monte è già stata oggetto di intervento nell’ambito dei lavori di riqualificazione di piazza Garibaldi. La relazione geologica è stata affidata a Massimo Basili per diecimila euro. Affidato quindi lo studio di fattibilità e definitiva per 35mila euro e lo studio geologico per diecimila euro. Sono tre le strutture da adeguare sismicamente: la scuola elementare Mercantini per la quale occorrono 59mila euro ed è stato concesso un contributo statale di 47mila euro, la scuola elementare Martiri della Resistenza per la quale occorrono 54mila euro ed è stato concesso un contributo di 43mila euro ed infine il mercato coperto per il quale occorrono 70mila euro ed è stato concesso un contributo di 56mila euro. Tutto con il fondo per la progettazione degli Enti locali, Porto Sant’Elpidio ha ottenuto il 5 giugno un finanziamento di 146mila euro per questi progetti. Che i lavori in via Piave dovessero partire subito il sindaco Nazareno Franchellucci lo dice da questa estate e già cinque mesi fa diceva che entro la fine dell’anno sarebbe stato predisposto il progetto definitivo per procedere a inizio 2021 con l’appalto dei lavori. Così si chiude il cerchio su piazza Garibaldi, ci si avvia alla fase conclusiva del restyling in centro città. Ad oggi a tenere vivo quello stabile sono pochi ambulanti di frutta, verdura, pesce e salumi ma quando si metteranno le mani alla manutenzione straordinaria cambierà tutto. Resteranno gli spazi commerciali ma niente a che vedere con quello che vediamo oggi, si potranno ospitare punti vendita temporanei e tutto sarà in collegamento con il polo culturale adiacente, il Beniamino Gigli. «I lavori che andremo ad eseguire al mercato coperto – dice il sindaco Nazareno Franchellucci – si svilupperanno in piena armonia architettonica con il cineteatro adiacente. Qualcuno ha detto che volevamo costruire tra il cineteatro e il mercato coperto, tutt’altro. Smentisco categoricamente queste voci perché penso a quello spazio aperto come un luogo in cui poter mettere in piedi tutti quegli eventi e manifestazioni che hanno bisogno di palchi e di sedie. Pensate a quanto sarebbe bello in quello spazio mettere palchi e sedie e fare lì gli eventi, in modo da lasciare libera la piazza per altre attività, tenere liberi gli spazi per la camminata della gente. Quindi valorizzeremo quell’area con uno spazio verde oltre che piastrellato».

4-1-2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest