La Travda, l’informazione in Italia tra Travaglio e la Pravda

Sì vabbè, ci può stare che uno qualunque, senza essere stato eletto, oggi sieda a palazzo e governi, arrogandosi il diritto di chiudere tutti a casa senza risolvere il problema, anzi raddoppiandolo – senza vita e senza danari -. Sì vabbè, ci può stare che all’opposizione ci sia il gruppetto che ha dalla sua il 47,9% degli italiani contro il 38,6 che è la materia di quella poltiglia che ha il potere di decidere, ma non ne ha la capacità. Sì vabbè, ci può stare che si dica tutto e il contrario di tutto, passando in sette mesi dalla corsa ad abbuffarsi di involtini primavera alla corsa alle mascherine, passando per i banchi a rotelle. Si vabbè, ci può stare che tutto è possibile e che i critici del Conte zio siano tutti cretini, Marco Travaglio docet.

L’Italia è il Paese dove si muore di più, in Europa, causa Covid ed è anche il Paese che più a lungo degli altri ha arrestato l’economia e meno di tutti gli altri altri l’ha aiutata. Eppure Travaglio, in un fondo dal titolo “la prevalenza del cretino” scrive che chi critica il governo e le sue scelte è cretino. E lo fa dopo un’introduzione in cui i dati del contagio sono frutto di una fantasiosa interpretazione, dove Conte sembra il mago Silvan in tempo di pandemia. Travaglio è la rappresentazione di un modo di fare informazione in Italia. Sembra l’organo di stampa ufficiale del Partito Comunista dell’Unione Sovietica, la Pravda di staliniana memoria. Su queste basi bisogna chiedersi quali sono gli effetti sulla libertà di informazione in questo Paese, e di conseguenza sulla libertà. Quali e quante sono le notizie che non vengono date o vengono date in parte, quella utile. Oltre alla cronaca nera e ai pettegolezzi cosa abbiamo? Approfondimenti, inchieste, notizie dall’estero, verità annusate senza essere addentare, mentre leggiamo di un premier che avrebbe superato i confini del bene e del male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest