Comparto moda: non siamo fantasmi, l’appello di Confcommercio

Il neo presidente Bramucci rilancia Non siamo fantasmi per evidenziare la crisi di settore  Chiusure e DPCM: “Si aiutino i negozi di Moda”                       

Lo chiede a gran voce il nuovo Consiglio Direttivo Federazione Moda di Confcommercio Marche Centrali

Il nuovo Consiglio Direttivo Confcommercio Marche Centrali Federazione Moda Italia rilancia la campagna Non siamo fantasmi e si unisce al coro della Federazione Nazionale per chiedere aiuti al settore che altrimenti rischia di sgretolarsi di fronte agli effetti della pandemia da Covid-19. Il Presidente Confcommercio Marche Centrali Giacomo Bramucci, eletto anche Presidente del Consiglio Direttivo Confcommercio Marche Centrali Federazione Moda Italia, ha sottolineato l’importanza di intervenire subito con una serie di misure a sostegno del comparto tra le quali “l’estensione” le sue parole “a tutto il 2020 del credito d’imposta per gli affitti anche per i negozi di moda che hanno visto ridurre il proprio giro d’affari su canoni di locazione invariati”. “Inoltre, a fronte di un verosimile aumento delle rimanenze anche della stagione autunno/inverno, occorre prevedere una detassazione o meglio una rottamazione delle rimanenze. Il problema dell’invenduto è di grande portata anche alla luce del calo di consumi con incassi crollati per più del 70% e conseguente ripercussioni sui pagamenti ai fornitori che stavano tornando ad una certa regolarità. Il nuovo blocco rischia di far saltare nuovamente tutti i piani di rientro per questo va previsto un contributo a fondo perduto del 50% della differenza dei corrispettivi dell’ultimo trimestre 2020 sull’ultimo trimestre 2019, in quanto i nostri imprenditori – reduci da una stagione primavera/estate in grave perdita – difficilmente riusciranno a coprire debiti per mancanza di utili”. Il nuovo Consiglio Direttivo ha condiviso poi la necessità di prevedere una moratoria sui versamenti tributari e contributivi a tutto il 2021, la sospensione al 31 dicembre 2020 degli incassi dei titoli di credito, la sospensione di mutui e leasing bancari aziendali fino al 31 dicembre 2021 (ad oggi sospesi fino al 31 dicembre 2020) e dei mutui e leasing personali oltre alla prosecuzione della CIGS fino a tutto il 2021. Queste le misure più importanti richieste dal settore che chiede la giusta visibilità e attenzione come ricorda il Direttore Generale Confcommercio Marche Centrali prof.Massimiliano Polacco: “Stiamo lavorando – le sue parole –, per dare risorse indispensabili ad un settore così importante. Per questo abbiamo chiesto ufficialmente sostegno alla Regione Marche e sensibilizzato direttamente le imprese attraverso la campagna Non siamo fantasmi che è stata apprezzata e che mira a richiamare l’attenzione sulla Moda e sul Wedding. Il calo nelle vendite in questi negozi è di oltre il 70% e in questo periodo i titolari stanno solo contraendo debiti. Per questo servono misure a sostegno della Moda per le quali l’Organizzazione sta lavorando in sinergia con Federazione Moda Italia. In questo senso va anche l’impegno del nuovo Consiglio Direttivo Confcommercio Marche Centrali Federazione Moda Italia guidato da Giacomo Bramucci”.

Questa è la composizione del nuovo Consiglio Direttivo Confcommercio Marche Centrali Federazione Moda Italia: Giacomo Bramucci (Senigallia (AN) – Presidente), Isabella Rocchetti (Ancona – Vice Presidente), Carolina Bianchelli (Jesi (AN) – Consigliere), Leonardo Zannelli (Fabriano (AN) – Consigliere), Lorena Bordi (Macerata – Consigliere), Luigi Benedetti (Macerata – Consigliere), Claudio Cippitelli (Macerata – Consigliere), Mara Tamburrini ((Magliano di Tenna (FM) – Consigliere) e Fabio Grassetti (Civitanova Marche (MC) – Consigliere).

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest