Abou è morto di fame sulla nave quarantena, ne sa qualcosa Lamorgese e tutta la combriccola?

Muore quindicenne della Costa d’Avorio per fame su una nave quarantena. Lamorgese ne sa qualcosa? E il resto della combriccola? E gli house organ di partito che sprecano fiumi d’inchiostro per crocifiggere il nemico pubblico della Ditta? Ne sanno qualcosa questi soggetti dell’orrore sulla nave Allegra, ossia uno dei mezzi usati dal governo per la quarantena dei migranti?

Denutrito, è stato visitato dopo 12 giorni dopo essere salito a bordo della Allegra. Questa è la strategia dell’esecutivo. Un fallimento assoluto. Della morte del quindicenne se ne parla in queste ore ma è avvenuta il 5 ottobre all’ospedale di Palermo, dove era arrivato ed era stato intubato. Ma le misure adottate non sono servite a salvargli la vita. Dieci giorni fa era stato ricoverato all’ospedale il ragazzino, era sulla nave quarantena dal 18 settembre, si chiamava Abou l’ivoriano ed era arrivato in Italia con la Open Arms. Quando è stato visitato sulla nave Allegra il medico ha riscontrato subito segni di tortura e denutrizione nelle prime ore dopo uno sbarco ma nessuno per due settimane è intervenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest