Bici e turismo, le Granfondo ora spianano la strada al Giro

 

Sul gradino più alto del podio è salito Giampaolo Busbani del team Capitani Minuteria Metalliche Cycling sabato e Yan Pastushenko dell’Asd Pedale Elettrico ieri. In bicicletta sulle strade fermane il fine settimana ha regalato grandi emozioni. L’autunno non ferma la corsa, le due Granfondo organizzate da Gio.Ca. Communications e Marche Ciclando si confermano competizioni di successo nonostante lo sbalzo di temperatura e la pioggia. Ieri all’Ambro erano 7 gradi. E’ stata una ripartenza con i fiocchi dopo il lockdown con la Granfondo Stefano Garzelli di sabato nel segno di Busbani, Pisani e Virgili e la Granfondo dei Tre Santuari del Fermano ieri nel segno di Pastushenko, Virgili e Zoppi. Gara disputata sulla distanza di 129,3 km, i primi 75 non agonistici a velocità controllata per 27 km/h fino al Santuario della Madonna dell’Ambro a Montefortino per la benedizione della carovana e poi i restanti 54,3 km agonistici con via volante dopo la discesa di Amandola e arrivo davanti al Santuario Madonna dell’Addolorata a Porto Sant’Elpidio. Dietro a Pastushenko si sono classificati Fabio Virgili del Team Capitani Minuteria Metalliche Cycling e a seguire Stefano Zoppi dell’Asd Giuliodori Renzo -Bike club Cafè.  Erano 100 gli iscritti arrivati fino ai piedi della montagna. La voglia di portare avanti l’impegno organizzativo è stata più forte del freddo. Erano 200 invece gli iscritti sabato e hanno pedalato su un strade panoramiche a ridosso dei Sibillini con finale sul lungomare elpidiense. Sono state due corse filate via senza intoppi, nel rispetto delle direttive anticovid, con un imponente spiegamento di uomini per la sicurezza tra Polizia municipale coordinata dal comandante Luigi Gattafoni, la Protezione civile, le scorte tecniche, la croce verde, l’associazione di quartiere San Filippo col presidente Amedeo Bellabarba, il gruppo ciclistico La Montagnola. Tra fughe iniziali, scosse e avvicendamenti in testa alla corsa i vincitori erano al settimo cielo all’arrivo, straordinarie performance tra gli applausi del pubblico. Non sono mancate le bagarre per il terzo posto nelle due giornate simbolo: «abbiamo sognato tante volte questa due giorni con Vincenzo Santoni e tutti gli organizzatori durante il lockdown – dice il sindaco di Porto Sant’Elpidio Nazareno Franchellucci – ci sono mancate le manifestazioni sportive, in particolare il ciclismo, è slittato il Giro d’Italia. Ringrazio gli organizzatori e gli iscritti che, nonostante il tempo incerto, hanno voluto partecipare a due corse spettacolari». In attesa del Giro d’Italia il 14 ottobre le due Granfondo hanno dato risalto alla professionalità degli organizzatori. «Un plauso a loro e allo staff per la sicurezza, agli speaker, ai volontari e gli sponsor – aggiunge l’assessore al Turismo Emanuela Ferracuti – è stata durissima ma ne è valsa la pena. Un particolare ringraziamento a Vincenzo Santoni». Erano presenti l’assessore alla Sicurezza Vitaliano Romitelli, il presidente della commissione regionale dei giudici di gara nella Fci Emanuele Senzacqua e il presidente del comitato Marche Ciclando Giuseppe Ripà. Adesso scatta il conto alla rovescia per il Giro d’Italia e valgono le parole di Padre Gianfranco Priori, rettore del santuario della Madonna dell’Ambro «ringrazio i ciclisti che colorano le nostre strade con la voglia di vivere e ripartire». E il patron Santoni ringrazia «gli atleti che in condizioni avverse hanno portato a termine la gara».

 

27-9-2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest