Nuovi giardini in ogni quartiere

Parte il progetto “Firmamento Verde”. Si tratta di valorizzare il centro città attraverso gli alberi da piantumare per creare un ambiente a misura d’uomo. Il progetto è stato approvato in giunta nei giorni scorsi. In pratica sono state individuate delle aree che dovrebbero diventare piccoli polmoni verdi dove piantare vari tipi di alberi. In ogni quartiere cittadino sono stati individuati spazi utili allo scopo. «Questo progetto – dice il vicesindaco Daniele Stacchietti, con delega all’Ambiente – è un ulteriore passo verso l’obiettivo perseguito dall’amministrazione per una città migliore». Ha collaborato allo scopo Katia Fabiani del circolo cittadino Legambiente Antonietta Belletti. L’ambientalista ha portato a termine diversi altri progetti sul tema. «Abbiamo approvato con entusiasmo questo ennesimo progetto orientato alla valorizzazione del verde – spiega il sindaco Nazareno Franchellucci – siamo convinti che la flora e la vegetazione esplicano funzioni ambientali essenziali come la depurazione delle acque e dell’aria, il miglioramento e consolidamento del suolo, solo per citarne alcune. Il verde non è parte accessoria e residuale di interventi edilizi e infrastrutturali ma costituisce un elemento di urbanizzazione primaria e secondaria». Tutto è partito nel giugno 2018, quando la presidente del circolo Legambiente ha cominciato a setacciare Porto Sant’Elpidio per trovare gli spazi adatti a piantumare alberi. Fabio Verdicchio, responsabile del verde in Comune, ha stilato la mappa del verde e così è stato possibile arrivare a definire il progetto. La capogruppo Pd in consiglio Annalinda Pasquali, ex vicesindaco e in corsa per le regionali ricorda che Porto Sant’Elpidio è il Comune marchigiano con più verde pro capite e con questo nuovo progetto il patrimonio arboreo aumenterà. Pasquali ricorda la collaborazione in essere con Legambiente, «per due anni consecutivi, in qualità di assessore all’Ambiente, piantumai un albero per ogni nato in via della pace e con “Firmamento Verde” adesso è stato fatto un lavoro capillare di individuazione delle aree del quartiere e delle essenze idonee a essere piantumate nell’ottica della qualità e della varietà ambientale».

 

12-9-2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest