Anche i nonni spacciano cocaina

A quanto pare anche i pensionati spacciano, almeno chi ha l’età da pensione, lo si evince dalle ultime attività dei carabinieri, anche i nonni si danno alla cocaina. Nelle ultime ore è stato arrestato un settantenne a Porto Sant’Elpidio, teneva in casa 25mila euro e parecchia polvere bianca, ma non è solo la costa a riservare sorprese. Nell’entroterra fermano pare vada per la maggiore una nuova attività, la coltivazione di hashish. Le ultime operazioni dei carabinieri evidenziano due aspetti. Il primo è che non c’è un’età, un confine per spacciare, oramai il pusher è un impiego alla portata di tutti, uomini e donne, vecchi e giovani, italiani e stranieri. Il secondo aspetto è che la droga scorre a fiumi nel fermano, i traffici vanno a gogò. Unica nota a favore della sicurezza è che sempre più delinquenti vengono assicurati alla giustizia. Ieri notte i carabinieri della compagnia di Montegiorgio hanno portato a conclusione una brillante operazione a Porto Sant’Elpidio. Nel perquisire un 70enne già noto alle forze dell’ordine gli hanno trovato in casa 20 grammi di cocaina suddivisa in mucchietti, un bilancino di precisione e materiale per confezionare le dosi. Ma il grosso doveva ancora venire, nascosti in un doppio fondo ricavato nella valigia sono stati trovati 25mila euro in contanti suddivisi in mazzette plastificate sottovuoto. Droga e denaro sono stati sequestrati e l’uomo adesso è ai domiciliari, è scattato l’arresto in flagranza di reato, le accuse sono: detenzione e spaccio di cocaina. Sempre la compagnia dei carabinieri di Montegiorgio sabato ha fatto un’altra scoperta e stavolta tra la collina e la montagna. Tra i comuni di Servigliano e Santa Vittoria in Matenano hanno scoperto una coltivazione di cannabis indica: 80 piante dalle quali si ricava l’hashish, erano tenute in parte nei vasi e in parte erano interrate, con tanto d’impianto d’irrigazione. Era tutto nascosto in un anfratto ricavato tra i rovi di un terreno incolto. Il coltivatore è un 38enne napoletano residente in quella zona, la perquisizione ha portato alla scoperta di altra droga che l’uomo teneva in casa: 250 grammi di marijuana essiccata, e c’era pure una katana non denunciata per cui il 38enne dovrà rispondere di tutto alla procura. Altro giro altro arresto. A Porto Sant’Elpidio, in via della Montagnola, i carabinieri di Ascoli hanno fermato un 32enne fermano, anche lui noto alle forze dell’ordine, era vicino al Sert ed è stato sorpreso mentre vendeva una dose di cocaina a un tossicodipendente ascolano. Addosso aveva altre cinque dosi di coca pronta allo spaccio e 500 euro in contanti. E’ stato tutto sequestrato ed è scattato l’arresto. L’attenzione dell’Arma contro lo spaccio è massima, proseguono serrate le operazioni sulla costa e nell’entroterra dove, come si è visto, si arriva a coltivare di tutto, anche grazie al proliferare di siti che spiegano come dedicarsi alla cannabis dalla a alla z, c’è la guida online. Per la cocaina la questione si complica ma anche lì sono aperte vaste praterie che le forze dell’ordine stanno battendo.

1-9-2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest