Il fine settimana si fa in due, bisogna aiutare il turismo

Il fine settimana si fa in due, bisogna aiutare il turismo

Sarà la voglia di fare festa dopo il confinamento, la spinta a divertirsi dopo mesi chiusi in casa, sarà che dove c’è festa si va, agosto è partito bene a Porto Sant’Elpidio, le serate del finesettimana sono state un successo con tanta gente per le vie del centro, dove si svolgeva il grosso delle iniziative con la notte dei saldi organizzata dall’associazione dei commercianti del Centro “Vivi il Centro” in stile anni Cinquanta, e il lungomare sud particolarmente vitale con i dopocena organizzati negli chalet, le danze all’aperto e gli spettacoli alla piattaforma del lugomare Faleria. Risultato tanto passeggio e gente arrivata dai comuni limitrofi. Bene è andata venerdì sera con la notte dei desideri da tutto esaurito con la diretta di Radio Fm Faleria e lo spettacolo del sognatore di bolle. «È stata una bella soddisfazione essere riusciti a realizzare l’evento e a partecipare anche quest’anno alla Notte dei Desideri insieme agli altri comuni della costa – dice l’assessore al turismo Elena Amurri – ho cercato di pensare a qualcosa che esprimesse a pieno il concetto dei desideri, l’idea è ricaduta su uno spettacolo di bolle di sapone». Il tutto è stato accompagnato dall’intrattenimento musicale a cura di Riccardo Donati e dallo speaker Febo Conti, poi c’è stato il flash mob con le torce dei telefonini verso il cielo e un successone è stato il viaggio virtuale in astronave dalla terra al sistema solare con gli occhialini 3D. con la notte dei saldi si è cominciato presto, con la sfilata sul lungomare e per le vie del centro delle vespe anni Cinquanta e auto d’epoca e tutti vestiti nello stile di quegli anni, musica dal vivo e pin up. «Siamo entrati nel vivo dell’estate e pur tra le difficoltà non mancheranno appuntamenti da non perdere a Porto Sant’Elpidio, a cominciare dalla prestigiosa serata di sabato 8 agosto con il grande giornalista Vincenzo Mollica ed il musicista Fabio Frizzi» chiosa Amurri. Anche la Contesa del Secchio si svolgerà dal 7 al 9 a Sant’Elpidio a Mare e ci sarà come da tradizione la delegazione del Porto guidata dalla presidente Emanuela Lelli.

111 333 IMG-20200731-WA0057 IMG-20200801-WA0016

Tornano le prostitute sulla statale, inutili finora le iniziative intraprese

Sarà l’estate, sarà che tra residenti, turisti e autoveicoli di passaggio in quantità ma sulla statale sono tornate le lucciole. Le belle di notte hanno ricominciato significativamente a ripopolare la SS!6 e non passano inosservate. Nell’ultimo fine settimana si sono concentrate a nord e a sud, hanno evitato il centro anche perché tra la festa anni Cinquanta e i locali aperti nessuno si sarebbe fermato per farle salire ma già alle dieci di sera già una decina se ne contavano a Fonte di Mare, Marina Picena e nella zona del ponte del palo dove sono i semafori. Stilose, in short inguinali, trucco abbondante e tacco 12 hanno avuto il loro bel daffare, sembrano sparite cinesi e nigeriane e il grosso delle ragazze in strada proviene dall’Est Europa. Un problema atavico la prostituzione in strada a Porto Sant’Elpidio, contrastata da sempre con ogni mezzo, l’ex sindaco Mario Andrenacci s’era inventato perfino le ronde dei cittadini per scoraggiare il meretricio e Nazareno Franchellucci si è conquistato l’appellativo di sindaco sceriffo per le tante azioni di contrasto messe in campo, dai pattugliamenti della Protezione civile alle multe, dal Daspo urbano alle fotografie ai clienti che si fermano a contrattare fino a spedire le lettere alle famiglie delle ragazze nei loro Paesi per avvertire i genitori e i colloqui con i proprietari di appartamenti a luci rosse ma, come era prevedibile, con l’estate le strade del sesso tornano a illuminarsi con donne in alcuni casi sfruttate e mercificate, in altri casi professioniste autonome dell’amore a pagamento con incassi esentasse.

2-8-2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest