Mercato coperto, in arrivo i fondi 

Corriere Adriatico 26-6-2020

Mercato coperto, in arrivo i fondi 

Arrivano i soldi dello Stato e il comune pensa al progetto di riqualificazione del mercato coperto. Il Comune ha ottenuto un finanziamento di 146.100 euro dal fondo per la progettazione enti locali e il sindaco Nazareno Franchellucci gongola «la riqualificazione del centro città a un passo dalla fine, imminente la progettazione del mercato coperto grazie ai fondi ottenuti dallo Stato». Il finanziamento ottenuto riguarda non uno ma tre progetti, il primo riguarda la riqualificazione del mercato coperto, quindi la sistemazione del pavimento del fosso tombato prospiciente al mercato e l’adeguamento sismico della struttura. L’importo per la progettazione di queste opere è di 70.000  euro di cui 55.900 euro sono coperti dal cofinanziamento statale e i restanti 14.000 euro sono coperti dal Comune. «La progettazione del mercato coperto partirà immediatamente – dice il primo cittadino – e già entro la fine dell’anno sarà pronto il progetto definitivo affinché, con l’arrivo del nuovo anno, si possa procedere con l’appalto dei lavori. Con la progettazione del mercato coperto si conclude la riqualificazione del centro e di Piazza Garibaldi che stanno tornando ad essere il cuore pulsante della città». Il secondo progetto riguarda la messa in sicurezza, sempre con adeguamento sismico, dell’edificio scolastico in via Martiri della Resistenza al quartiere San Filippo. I lavori, in questo caso, prevedono il risanamento del manto di copertura, il ripristino dei cornicioni, il rinnovo degli infissi e degli impianti ormai vecchi, usurati. L’importo complessivo di questa seconda opera ammonta a 54.000 euro, di cui 43.100 finanziati a livello statale e il restante 20%, ossia 10.800 euro, dall’amministrazione comunale. Il terzo e ultimo progetto riguarda invece la scuola dell’infanzia e primaria Mercantini al quartiere Cretarola e comprende il consolidamento strutturale, la messa in sicurezza e sempre, anche in questo caso, l’adeguamento sismico dell’edificio. L’importo complessivo del servizio progettazione è 59.000 euro, di cui 47.100 coperte dal fondo statale e 11.800 euro dal Comune. «Anche per l’edilizia scolastica – denota Franchellucci – siamo stati in grado di intercettare e ottenere questi fondi per la messa in sicurezza di altri due edifici che vanno ad aggiungersi alle operazioni di riqualificazione e messa in sicurezza già effettuate in altre scuole della città e alla realizzazione della nuova scuola Collodi alla Corva». Sulle scuole nei prossimi giorni, in data da definire tra fine giugno e primi luglio, ci sarà una riunione tra l’amministrazione comunale e i dirigenti scolastici per programmare la ripartenza.

25-6-2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest