Urtato da un pirata della strada, paura per un bambino di 10 anni

14 giugno 2020

Bambino investito sulle strisce da un pirata della strada che non accenna minimamente a rallentare, non si ferma dopo l’impatto. Come se non se ne fosse accorto. L’incidente si è verificato ieri alle 13 alla Faleriense sul lungomare, davanti alla caffetteria Frullallà in via Faleria, il piccolo di 10 anni era a due passi da casa, era in  in bicicletta con il papà e stava rientrando all’ora di pranzo, aveva appena oltrepassato la pista ciclabile ed era in procinto di attraversare la strada sulle strisce pedonali, tra le auto parcheggiate nella parte est della carreggiata, quando una Mercedes Classe A di colore grigio l’ha travolto, in base alla ricostruzione dei testimoni dell’accaduto, l’autovettura, diretta da sud verso nord, avrebbe colpito di striscio la bicicletta, prendendo la ruota posteriore, quindi la due ruote si è piegata, il piccolo ha fatto un volo di due metri, finendo contro una delle vetture parcheggiate a bordo strada. Si è rialzato subito, chi l’ha visto dice che «era bianco come una carta» ma non solo non ha perso conoscenza, ha parlato, diceva di sentire un forte dolore alla clavicola destra. Il padre, anche lui in bicicletta, era subito dietro al figlio ma a descrivere nel dettaglio il pirata sono i ragazzi che in quel momento erano al bar. Il bambino è stato soccorso dalla Croce Verde, l’ambulanza è arrivata a sirene spiegate con l’automedica del 118, i carabinieri sono arrivati in un secondo momento, per prendere le testimonianze e le immagini della videosorveglianza dei locali della zona. Tutto è utile a ricostruire la vicenda e a identificare l’automobilista che non si è fermato a prestare soccorso. Che fosse un uomo alla guida è certo, lo dicono i ragazzi che l’hanno visto e lo descrivono così:«grosso, biondo, capelli corti», dicono anche che stesse viaggiando «a 70 all’ora» ricostruisce il giovane che è stato il primo a soccorrere il bimbo: «ho sentito un colpo violento, ho visto il bambino cadere, gli sono andato incontro, ho cercato di fermare l’auto» riferisce. Spetterà ai militari dell’Arma definire i contorni della vicenda, purtroppo sul lungomare sud non è questo il primo bambino investito mentre attraversa la strada, nonostante la carreggiata ristretta le auto in transito difficilmente rallentano. Il minore è stato trasportato all’ospedale Torrette di Ancona in eliambulanza che è atterrata nella zona industriale sud, sulla piazzola di fronte al calzaturificio Le Silla. Certo tre incidenti in 60 minuti all’ora di pranzo ieri a Porto Sant’Elpidio fanno riflettere.

13-6-2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest