Se non hanno pane, che mangino brioche

Allora ricapitoliamo, dopo essere stati chiusi in casa due mesi finalmente potremo sgranchirci le gambe. Potremo scorrazzare come caprioli per le strade vuote delle nostre città, in monopattino. Non ci saranno negozi aperti né fabbriche, né gelaterie né pizzerie. Non ci saranno ristoranti ma noi saremo liberi di fare i monelli per strada. Senza macchine, solo biciclette e monopattini per fughe intorno casa. Non potremo allontanarci, andare in vacanza perché mancano i soldi e a settembre c’è il conto da pagare, tutto quello che era stato sospeso si riaffaccia.

«S’ils n’ont plus de pain, qu’ils mangent de la brioche» direbbe l’ingenua regina di Francia Maria Antonietta, che non mi pare abbia fatto una bella fine.

Del decreto rilancio oggi alle camere, sono 400 pagine da leggere, si può intanto dire che potremo pure andare in vacanza, ma con i soldi nostri, perché il bonus da 500 euro andrà solo a chi dimostrerà di avere un Isee molto basso e soprattutto dovranno essere le strutture ricettive a farsi carico del bonus, anticipando i soldi per riprenderli, quando va bene, un anno dopo. I comuni sono al collasso, il turismo è dimenticato, i ristoratori sono ignorati, la potenza di fuoco era un bluff ma potremo sempre comprare il monopattino e divertirci a gironzolare a uffa.

Manca una direzione, una strategia in quest’accozzaglia d’interventi che dovrebbero significare rilancio. Il 16 settembre arriverà il colpo di grazia, cominciamo a chinare il capo, si pagherà quello che è stato rinviato in questi mesi. Al rafforzamento patrimoniale delle imprese ci penserà il super commissario straordinario per l’emergenza, il Domenico Arcuri che ha fatto sparire le mascherine, evidentemente ha preso seriamente il ruolo che gli hanno assegnato, tanto che l’emergenza l’ha perfino prodotta. Abbiamo buttato nel cesso una cinquantina di miliardi, chapeau, brioche alle imprese – meglio di un calcio nel culo – dice qualcuno. Ma con il monopattino non si va lontano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest