Richiesta di istituzione di un tavolo di concertazione per le modalità di rinegoziazione dei canoni di locazione

Richiesta di istituzione di un tavolo di concertazione per le modalità di rinegoziazione dei canoni di locazione commerciale o strumenti in linea con il nuovo dpcm a seguito della crisi provocata da Covid19

I problemi sono molteplici, ma emerge con forza ed in modo sempre più allarmante la difficoltà se non proprio l’impossibilità per imprese artigiane, commerciali, studi professionali e aziende industriali a far fronte alle scadenze dei canoni di locazione degli immobili utilizzati per la loro attività. Al fine di evitare l’aggravamento della situazione, visto il ritardo con il quale sarà emanato il nuovi dpcm con provvedimenti relativi al sostegno alle imprese e forse ai proprietari di immobili e con l’intento di evitare una fase ancora più critica, con i pagamenti non effettuati spinti oltre una soglia non più sanabile, proponiamo un tavolo di concertazione dove proprietari e conduttori, assistiti dalle relative organizzazioni di categoria possano ridefinire i termini economici del contratto di locazione fino al termine dell’emergenza ed in linea con le linee guida del prossimo dpcm.

Occorre trovare una sintesi tra proprietari e comuni per poter giungere alla riduzione dei costi delle locazioni commerciali, già in parte praticate, evitando ulteriori, profonde e laceranti problematiche di tipo sociale. Confabitare ha colto la profonda preoccupazione di tanti proprietari, di associazioni spontanee di operatori economici, i quali non riescono a trovare un punto di mediazione, mentre da una parte non viene più percepito il canone di locazione, (spesso fonte di sostentamento economico o integrazione al reddito), dall’altra non si può esercitare l’attività e non è consentita la sospensione degli effetti legali del contratto di locazione.

Confabitare auspica a breve decisioni e deliberazioni chiare da parte del Governo, ma se non fossero sufficienti siamo a disposizione per illustrare il progetto e discutere con i comuni interessati ad un pacchetto completo di incentivi anche di natura fiscale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest