Ceriscioli in quarantena ma il lavoro non si ferma

Guido Bertolaso positivo al covid «ho qualche linea di febbre, nessun altro sintomo al momento. Sia io che i miei collaboratori rispetteremo il periodo di quarantena. Continuerò a seguire i lavori dell’ospedale Fiera e coordinerò i lavori nelle Marche. Vincerò anche questa battaglia».

Lo mette su Facebook l’uomo della provvidenza, impegnato per l’ospedale in Lombardia e nelle Marche, dove ha incontrato il presidente regionale Luca Ceriscioli, che si è messo in quarantena dopo aver participato a riunioni ad Ancona con l’ex capo della Protezione civile e dice che «dopo la notizia della positività di Bertolaso sono a casa in quarantena, ma questo non mi impedisce di continuare a lavorare, anzi proseguirò da qui con il grande impegno che tutti si aspettano, e che è necessario in un momento come questo. Con Bertolaso ci siamo sentiti, e sulla nuova struttura per i 100 posti di terapia intensiva, che potranno salvare la vita a molte persone, il messaggio è chiaro: il progetto va avanti. Abbiamo già avuto i primi contatti buoni con gli imprenditori marchigiani. Anche molti cittadini ci hanno scritto per dare il loro contributo. Ringrazio tutti coloro che hanno già manifestato la loro disponibilità e anche chi lo farà in futuro. Non si arresta il lavoro condotto fino a oggi nei confronti di chi ha più bisogno, l’impegno a limitare il contagio. Anche la quarantena è uno strumento per farlo. Continuiamo a lavorare, senza battute di arresto e non ci ferma certo una quarantena».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest