Coronavirus, il governo stanzia 7,5 miliardi ma ne servono 50

Coronavirus, il Governo stanzia 7,5 miliardi ma ne servono da 30 a 50 di miliardi per superare l’emergenza. Questo è quanto chiederà oggi  l’opposizione: Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia. Soldi da sdoganare oggi, non domani. Tutti i settori soffrono. Solo negli alberghi si prevedono 7,5 miliardi in meno di incassi. La SarsCoV2 ha prodotto 3.296 di casi, 148 morti e continuano a salire i contagi, in costante aumento i pazienti ricoverati, 1.790 al momento. Dieci milioni di studenti sono a casa con le scuole e le università chiuse, iniziativa tardiva del governo, presa contro il parere del Comitato scientifico, ossia l’organo che consiglia Palazzo Chigi sulle misure anti-contagio e giudica questa misura poco efficace. Bisognava chiuderle all’inizio di febbraio le scuole, quando lo chiedevano i governatori di Lombardia e Veneto.

Il Conte 2 ha sbagliato con la gestione dell’emergenza. Sbagliati modi e tempi, sbagliata la comunicazione. Risultato sono i danni incalcolabili per la salute, l’economia, l’immagine dell’Italia. Ieri il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in video messaggio ha parlato della necessità di un maggiore coordinamento tra Governo e regioni, che non sanno con chi parlare.

A tal proposito bisogna dire che il ministro della Salute Roberto Speranza ci ha messo del suo. In piena emergenza ha lasciato senza guida l’Ente che coordina i servizi tra Roma e le periferie e lo scollamento tra dicastero ed enti locali è iniziato a fine autunno. Speranza ha destituito Francesco Bevere a dicembre 2019, era il capo dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, che esiste proprio per monitorare le performance sanitarie e per assistere le regioni in difficoltà. E’ una sorta di cerniera tra potere centrale e potere periferico che è venuta a mancare perché l’attuale dg è un facente funzioni con poteri ordinari.

Agenas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest