Made in Marche in partenza per Milano, 161 imprenditori pronti al Micam. Speciale video

Verso il Micam, imprese marchigiane pronte all’evento milanese. Parola d’ordine “gestire il cambiamento”. Nei prossimi giorni a Milano andranno 161 aziende calzaturiere marchigiane. Rappresentano l’8% del totale degli espositori e quasi un terzo delle presenze italiane. 106 aziende provengono dalle province di Fermo e Ascoli Piceno, 50 dal Maceratese e 5 da Ancona e Pesaro-Urbino. A presentare la partecipazione della delegazione marchigiana all’evento nella sede fermana della Camera di Commercio delle Marche c’era il presidente Gino Sabatini con la presidente della provincia di Fermo Moira Canigola, il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro, i referenti di Confindustria, Cna, Confartigianato. Leggendo i dati di Assocalzaturifici si evince che nel 2019 il distretto marchigiano ha perso 122 imprese, 1.251 addetti. Primo distretto in Italia per numero di ore di cassa integrazione autorizzate: 2,7 milioni. Ma il Micam può rappresentare una nuova occasione, come sostiene convintamente il presidente Sabatini. E si torna a parlare di Made in Italy. Valentino Fenni, presidente dei calzaturieri in Confindustria Centro Adriatico, spiega come nella finanziaria 2019 erano previsti 120 milioni, in quella del 2020 sono diventati 45 e nel bilancio 2021 caleranno a 40 milioni. Matteo Piervincenzi, presidente dei calzaturieri di Macerata evidenzia le necessità di incentivare la crescita dimensionale delle aziende tramite processi di aggregazione». L’auspicio del presidente della provincia di Fermo, Moira Canigola è che «il tema scelto quest’anno, Micam in the Wonderland, sia un modo per dare al settore la spinta necessaria a gestire il cambiamento.

Un appuntamento da non perdere al Micam è quello organizzato all’interno del desk di Confindustria Centro Adriatico martedì alle 11.30. Siederanno al tavolo con Sabatini e con il presidente nazionale Assocalzaturifici Siro Badon ci sarà Alessia Morani, sottosegretario al ministero dello sviluppo economico. Parteciperanno 30 alunni della Fondazione Its del presidente Andrea Santori, la scuola che sforna i giovani pronti per il mercato del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest