Cinque Stelle nelle Marche, sulla sanità volano gli stracci

La parlamentare grillina Patrizia Terzoni commenta su Facebook sul piano socio sanitario e il voto di rinvio, ringrazia il consigliere regionale Fabbri perché, scrive “ha rispettato il suo ruolo”. Un attacco alla consigliera Romina Pergolesi che in questi giorni si è fatta sentire parecchio sull’argomento. E, come era logico prevedere, la risposta non tarda ad arrivare.

«Sono d’accordo con la Terzoni, ha ragione, è una gigantesca questione politica la sua ininterrotta assenza sul territorio, inversamente proporzionale alla sua tracimante attività social – la pugnalata allo stomaco dell’onorevole da parte di Pergolesi che aggiunge -. E mi scuso con i cittadini per l’atteggiamento di una parlamentare che, in un anno di audizioni e assemblee riguardanti la sanità delle Marche, compresa la sua Fabriano, non si è fatta mai vedere, né ha formulato proposte. Era troppo impegnata, evidentemente, nelle chat e su Facebook, dove resta la leader incontrastata. Abbiamo bocciato il piano sociosanitario, nonostante siano passati tanti nostri emendamenti che recepivano i suggerimenti degli oltre 150 soggetti in audizione. Mentre noi ascoltavamo medici, pazienti e sindacati, la Terzoni in Parlamento si dimenticava di battersi per modificare il decreto Balduzzi o la spending review che sta condannando gli ospedali della Regione. In compenso la sua mano è sempre bollente sopra la tastiera per giocare a fare la salviniana. Noi preferiamo utilizzare il nostro tempo per ottenere risultati concreti».

L’appello al reggente «a Vito Crimi chiediamo di arginare questa deriva e intervenire per frenare le social-ducette dagli atteggiamenti leghisti. Siamo stanchi dei suoi reiterati attacchi. Ci permettiamo di darle un consiglio dalle lontanissime (per lei) Marche: è stata eletta per risolvere i problemi dei cittadini, a partire dal terremoto su cui non è che abbia brillato (lei sta al governo, a differenza nostra), lo faccia!».

Due righe per il sindaco di Fabriano «sulla sanità non ha saputo far di meglio che rilanciare una fantasiosa proposta dell’ex referente di Ceriscioli – l’affondo della Pergolesi – servirà davvero a risolvere i problemi dei suoi concittadini? Domani, 6 febbraio, noi consiglieri regionali saremo a Roma con Crimi e Roberta Lombardi del comitato di garanzia del M5S e faremo presente che dallo sparuto gruppo fabrianese proseguono gli attacchi scomposti al gruppo regionale, che ne denigrano il lavoro svolto a beneficio del territorio, disorientando i cittadini e danneggiando il movimento in vista delle elezioni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest