Da Sanremo alla Bit, la volata delle Marche

Stasera le Marche in prima serata all’apertura di Sanremo: lo spot alle 21.45. Raffaello, la mostra impossibile fa il boom di visitatori: oltre 40 mila e diventa strumento promozionale della bellezza delle Marche nel mondo e poi pronti per Milano alla Bit. Conferenza stampa oggi in Regione. Il presidente Luca Ceriscioli parla della partecipazione alla Borsa Internazionale del Turismo a Milano sottolineando il riconoscimento di Lonely Planet e spiegando che il sistema turistico «risponde bene e condivide le scelte che abbiamo adottato, come spingere le aree interne con un cluster come le Marche del bike». Investimenti sulle 13 ciclovie, finanziate per metà, sull’aeroporto. Di questi giorni le manifestazioni d’interesse delle compagnie aeree per nuovi collegamenti.  Con la Bit, spiega l’assessore regionale al Turismo Moreno Pieroni  «vogliamo continuare a tenere alta l’attenzione sulle Marche, nel solco dei risultati ottenuti e con proposte nuove».

Già stasera le Marche saranno in prima serata alle 21.45 «nell’ apertura del festival di San Remo con lo spot promozionale con il campione Vincenzo Nibali» così Pieroni che, tornando alla Bit «andremo forti del riconoscimento di Lonely Planet   -dice – e dei numeri sulle presenze nel 2019 (+6%)».

Approvato dalla giunta il piano triennale del Turismo che, solo in promozione, investe otto milioni, il dirigente del Servizio Sviluppo e Valorizzazione Raimondo Orsetti spiega il programma che sarà portato al salone milanese dal 9 all’11 febbraio con 60 tour operator marchigiani  nelle tre giornate con oltre 50 appuntamenti ed eventi.  Quattro le direttrici attorno alle quali ruota la proposta marchigiana 2020 a Milano: Lonely Planet e Marche Top Destination 2020, celebrazioni del centenario di Raffaello iniziate conRaffaello Una mostra impossibile” che ha segnato nell’originale allestimento all’Aeroporto Sanzio ,una cifra record di visitatori, oltre 40 mila. Prossima tappa Bruxelles a cui seguiranno Parigi, Mosca, Ekaterimburg , Sofia per poi tornare in Italia  a Rimini e al Gran Premio d’Italia di Formula 1 a Monza, quindi Monaco, Francoforte e infine Vienna; Marche Outdoor e tutto il settore del Bike; il Giubileo lauretano nel centenario della Madonna di Loreto come protettrice degli aviatori  e i luoghi della spiritualità. Orsetti ha anche anticipato la notizia che Nibali ha intenzione di portare la gara “Gran Fondo” che porta il suo nome nelle Marche, a giugno, dopo il Giro d’Italia.

dal comunicato della Regione Marche sotto l’intervista a Ceriscioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest