Intramontabile Bill Ray, il fotografo delle star di Hollywood

Bill Ray, il fotografo delle star di Hollywood è morto pochi giorni fa a 84 anni, nella sua casa di Manhattan, a New York. Aveva lavorato in diversi giornali e nel ’57 venne assunto al National Geographic, dal ’63, dopo un periodo come freelance, entrò ufficialmente a far parte della rivista Life e cominciò ad immortalare le grandi celebrità. Uno sguardo mai banale il suo, che il grande occhio rimanda a distanza, come la foto della diva delle dive, Marilyn Monroe strizzata in un abito che passerà alla storia mentre canta “Happy Birthday” per il suo presidente John F Kennedy sul palcoscenico del Madison Square Garden. O come il re del rock Elvis Presley mentre si dedica al suo famoso ciuffo, la banana, un classico intramontabile. Si coglie un’intimità unica, l’artista solo con se stesso. Questa la grande magia degli scatti di Bill, come quando riprende i quattro giovani di Liverpool che sembrano spaesati, timidi, sulla scaletta dell’aereo al loro arrivo all’aeroporto di Los Angeles, era il 1965, loro erano i Beatles. Erano già dei fenomeni della musica pop. Una rivoluzione culturale la loro. Ecco, la capacità di Bill è la capacità di farci salire, guardando le sue foto, nella macchina del tempo e vivere certe emozioni. Dimenticavo il suo diario di viaggio in sella alle Harley Davidson dei bikers da San Bernardino a Bakersfield e il viaggio di otto mesi in giro per il mondo con l’astronomo Carl Sagan per la rivista Cosmos.

     

tratto da Lettera Artribune <lettera@artribune.com>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest